Category Archives: turismo

premio-nettuno-torre-annunziata

Gala di chiusura del Premio Nettuno di Torre Annunziata

Si terrà il 25 luglio presso il Nettuno Lounge Beach di Torre Annunziata la serata conclusiva della prima edizione del Premio Nettuno, organizzata e promossa dal comitato presieduto da Francesco Paolo Sequino.  “E’ un evento che abbiamo voluto perché il mare rappresenta la maggiore risorsa di questo territorio, tutelarlo e valorizzarlo significa dare un impulso determinante alla crescita non solo delle città della costa, ma all’intera area a sud del capoluogo partenopeo. La manifestazione è articolata in diverse categorie tutte legate da un unico filo conduttore: il mare che bagna la nostra costa”, ha affermato Sequino.

La manifestazione, incentrata sul mare e sulla sua valorizzazione del territorio di Torre Annunziata, è stata presentata il 6 maggio scorso e si è svolta in vari appuntamenti nei mesi di maggio, giugno e luglio 2016. Le categorie in concorso sono state: chef, scuola e teatro.

Patron della manifestazione sono i fratelli Marulo, Francesco e Luigi, titolari del Nettuno Lounge Beach, che insieme al patrocinio della Regione Campania e dei comuni di Torre del Greco, Ercolano, Boscoreale e Torre Annunziata, hanno impegnato tutte le loro forze per sostenere l’iniziativa.  “L’obiettivo della kermesse era unire teatro, scuole, gusto e moda – afferma Francesco Marulo, patron della manifestazioni di Torre Annunziata – e senza dubbio posso affermare che l’obiettivo è stato raggiunto.”

Le due giornate dedicate alla cucina sono state ospitate dall’Istituto Superiore Alberghiero “Francesco De Gennaro” di Vico Equense. Durante la prima gara di cucina gli allievi del 4° e 5°anno delle nove scuole in gara, hanno proposto i loro piatti, elaborati con un nuovo formato di pasta che il pastificio “Setaro”, storico pastificio artigianale di Torre Annunziata,  ha creato appositamente per l’occasione chiamandolo Nettuno, si tratta di cerchi con al centro un tridente.  I piatti proposti alla giuria erano abbinati a pregiati vini del territorio.

Nella serata della seconda giornata tutti gli alunni e gli istituti in gara, hanno ricevuto un attestato di partecipazione ed un ricordo, una conchiglia con su impresso un tridente Nettuno,  e sono stati annunciati i nomi dei vincitori scelti dalla giuria formata da: Francesco Marulo, proprietario del Lido Nettuno, Giuseppe De Girolamo, giornalista enogastronomo, Pasquale Brillante, sommelier, Luigi Nastro, chef del ristorante “La Costiera” di Sant’Antonio Abbate e Antonio Cascone, chef del ristorante “Villa dei Cesari” a Gragnano, presidente all’Associazione Cuochi stabiesi e Monti Lattari.

Il primo premio è stato assegnato a Pietro Montanino e Raffaele Pirro, allievi dell’I.S.I.S. Luigi De Medici di Ottaviano, che hanno presentato il loro piatto “Ruote di Nettuno con polipetti affogati, frutti di mare e crema di friarielli”, abbinato al vino “Katà” di uva Catalanesca un’IGP del Monte Somma, prodotto da Cantine Olivella.

Le scuole vincitrici delle sezioni Gusto Moda e Teatro riceveranno il premio durante la cena di gala del 25 luglio presso il Nettuno.

Special guest della serata saranno Giancarlo Gianni e Lina Wertmuller, rispettivamente protagonista e regista del film “Francesca e Nunziata” tratto dall’omonimo libro della scrittrice torrese Maria Orsini Natale a cui è dedicata questa edizione.

Francesco Marulo, patron della manifestazione afferma: “Già il giorno dopo la serata finale, lanceremo le basi per la seconda edizione del 2017, perché l’arma segreta è la programmazione”.

 

Torre-Annunziata-estate-2016

Torre Annunziata: un’estate tra sole, mare, relax e divertimento

Estate si sa tempo di vacanze, di relax e di divertimento. Il mare è la meta preferita dai vacanzieri e secondo un recente sondaggio la Campania risulta essere ai primi posti della classifica delle mete scelte dagli italiani per le loro vacanze. Proprio come ai tempi degli antichi romani che sceglievano le coste della “Campania felix” per trascorrere momenti di svago anche oggi migliaia di turisti affollano le città campane.

Oggi come allora Torre Annunziata risulta essere una delle località turistiche più frequentate. I motivi sono vari, Torre Annunziata è una città versatile e poliedrica che riesce a soddisfare le esigenze di ogni tipologia di turista. Per gli amanti della cultura, della storia e dell’arte Torre Annunziata offre uno dei più importanti siti archeologici, gli Scavi archeologici di Oplonti, tutelato dall’Unesco con il riconoscimento di Patrimonio dell’umanità.

Per chi invece vuole godersi il mare sul litorale torrese troverà km di spiagge attrezzate a Torre Annunziata e uno scenario mozzafiato con meravigliose terrazze che si aprono sul golfo di Napoli, da dove poter ammirare la Costiera Sorrentina e l’isola di Capri. Torre Annunziata in questi ultimi tempi è diventata una delle città più rappresentative della costa vesuviana per quanto riguarda l’intrattenimento estivo. Gli stabilimenti balneari della città hanno una doppia vita, di giorno attrezzati per ospitare le famiglie con bagnanti, la sera invece si trasformano in veri e propri locali per l’intrattenimento con spettacoli di musica dal vivo.

I titolari delle strutture creano programmi d’intrattenimento ricchi di eventi, spettacoli con musica di vario genere e per tutti i gusti, con dj, cantanti e comici. Torre Annunziata è diventata quindi meta del divertimento estivo.

Ecco l’elenco degli stabilimenti balneari di Torre Annunziata

Lido Eldorado: al Lido la parola d’ordine è cultura! giochi culturali, gare di poesia, tutto organizzato con leggerezza per essere recepito davvero da chiunque.

Nettuno Lounge Beach: di giorno offre ai suoi ospiti ogni comfort in assoluto relax, al tramonto si trasforma in un lounge bar Torre Annunziata direttamente in spiaggia dove poter assistere agli eventi in cartellone, ascoltare i migliori concerti a Torre Annunziata, musica dal vivo Torre Annunziata o semplicemente sorseggiare un cocktail in riva al mare.

Lido Azzurro: dall’impronta molto classica. Sulla spiaggia si svolgono tutte le attività annesse e connesse, per bambini, ragazzi e adulti. Giochi, balli, tornei di burraco, di bocce e un gruppo di animatori per rendere la giornata in spiaggia ancora più piacevole.

RenaNera Beach: Il RenaNera Beach è il posto giusto dove staccare la spina, lasciarsi coccolare dal mare oppure travolgere dalla musica e dal divertimento. A qualunque età, in qualunque momento.

ricevimento

La Venere di Cerignola: un luogo per speciale tuoi ricevimenti a Foggia

Quando bisogna festeggiare un’occasione importante, qualunque sia il motivo, la scelta della location ha un ruolo importantissimo per far sì che festeggiato ed ospiti siano soddisfatti e felici quando tutto sarà finito.

Come si fa ad essere sicuri che la scelta finale sia quella giusta?

Semplice: affidandosi ad esperti del settore come lo staff del complesso di sale per ricevimenti La Venere di Cerignola in provincia di Foggia.

LA LOCATION

Nelle sale per ricevimenti di La Venere, nei pressi di Foggia, si potrà godere della meravigliosa natura che circonda l’intera struttura che si immerge in splendidi giardini. La sala La Venere grazie all’immensità del luogo, assicura numerosi coperti offrendo comfort ed ospitalità ai suoi commensali e con il nuovo Salone La Perla degli Dei, addirittura si può arrivare ad una festa con ben 350 invitati.

organizzare ricevimentoIdeale allora per organizzare ricevimenti importanti a Foggia che coinvolgono intere famiglie come matrimoni, battesimi e prime comunioni. Il fattore positivo è che si può avere un’ambientazione naturale allestendo la cerimonia all’esterno dei locali e godendo del meraviglioso spettacolo dei giardini che contornano la struttura. Ci si può rilassare godendosi il caldo sole o una fresca brezza sostando sul patio realizzato in legno e che sorge tra i mille colori delle piante e dei fiori del giardino.

Chi ha voglia di passeggiare può visitare il laghetto, il chiostro e osservare lo spettacolo delle fontane. Se la temperatura non è delle migliori, però, si può usufruire dell’interno delle sale di questo meraviglioso complesso a Cerignola, che sono naturalmente climatizzate in base alla stagione in cui si svolge l’evento da festeggiare.

Se all’esterno la fa da padrona la natura, le sale interne sono tutte ornate ed arredate con cura garantendo un ambiente signorile ed accogliente, prestigioso e semplice al tempo stesso.

LA GASTRONOMIA

Nel complesso turistico di Cerignola la gastronomia è il punto cruciale su cui deve basarsi una cerimonia oppure una semplice festa. Una volta stabilita l’ambientazione e la location ideale, si passeranno al vaglia tutti i menu disponibili e la scelta è davvero ardua. Pertanto si potrà optare per i menu offerti dal ristorante Il Quadrifoglio che abbina sapori tradizionali, quindi ricette tipiche della cucina foggiana, a piatti nazionali e, se del caso, anche internazionali. Tutte le portate hanno una grande variazione del cibo e della preparazione dello stesso e l’intero staff, chef in primis, assicura prodotti sempre freschi e di ottima qualità basando la scelta degli stessi su questo e non certo sul risparmio.

Naturalmente c’è anche la possibilità di variare i menu in base all’occasione avendo maggior cura per i banchetti nuziali, ad esempio, oppure offrendo particolarità e sfizi in un buffet tutto da personalizzare in base ai gusti e all’evento stesso.

PER I PIU’ PICCOLI

Non dimentichiamoci però dei piccoli ospiti del ricevimento. Per i bambini, infatti, a parte la scelta del menu che è curata e basata su pietanze adatte ai vari tipi di età ed esigenze varie, la sala ricevimenti La Venere di Cerignola, a Foggia, offre il servizio di baby parking dove i bambini possono liberamente giocare con scivoli, altalene e costruzioni in plastica in piena sicurezza e senza correre alcun rischio fisico godendosi anche loro una giornata di completo relax e socializzando piacevolmente tra loro.

La verità sugli Scavi di Pompei e storie per bambini

POMPEI affascina da milioni di anni tutti gli appassionati di storia antica e non solo. Sono soprattutto i bambini, infatti, a subire il fascino della storia di questa antica cittadina romana che fu sepolta da lava e cenere durante l’eruzione del vulcano Vesuvio nel 79 a.C.

E proprio ai bambini sono dedicate tante storie sui scavi di Pompei, alcune fantastiche e partorite dalla fantasia di scrittori e narratori. Altre rigorosamente vere e romanzate sugli ultimi giorni di vita della sua cittadinanza.

Scopriamole insieme!

scavi

LA VERA STORIA DI POMPEI RACCONTATA AI BAMBINI

I bambini – si sa – sono avidi di storie che aiutano a sviluppare la loro fantasia ma hanno anche bisogno di linguaggi e strumenti particolari per decodificare gli input ricevuti. Per questo motivo, moltissimi scrittori e narratori nel corso del tempo hanno elaborato nuove modalità narrative utilizzate anche per spiegare ai più piccoli tutta la grandiosità di un evento così tragico come la morte collettiva di tutta la popolazione locale in seguito ad un evento catastrofico naturale.

Negli anni passati sono stati creati anche volumi in 3d e libri interattivi che permettono ai più piccini di diventare parte attiva nella lettura. Non c’è davvero che l’imbarazzo della scelta anche se il consiglio è sempre quello di lasciare ai bambini la libertà di curiosare fra gli scaffali alla ricerca di ció che più stuzzichi la loro curiosità.

L’eruzione di Pompei è stata raccontata anche in dvd, sia nella versione a film che nel formato di cartone animato: questa scelta è dettata dal desiderio di raccontare un fatto storico nel linguaggio preferito dai bambini.

LA VERITÀ SULL’ERUZIONE DEL VESUVIO VISTA CON GLI OCCHI DEI BAMBINI

‘I racconti di Bibi – La verità su Pompei’ è un ciclo di racconti elaborato dai bambino delle scuole elementari e medie di Pompei che, a modo loro, hanno provato a raccontare delle versioni alternative della storia dell’antica città romana. Nato come un concorso per scuole, ne è scaturita poi una pubblicazione che ha raccolto le storie più belle.

Ne volume è evidente lo sguardo fantasione e innocente dei più piccoli. Nei loro racconti il Vesuvio diventa ad esempio il mago cattivo che vuole vendicarsi degli abitanti della cittadina ma c’è spazio anche per orchi, principesse e draghi. Un modo alternativo per rendere attuale – ma anche didattico- un evento storico di per sè tragico.

Molto dei libri su Pompei dedicati ai bambini sono ovviamente illustrati. Sull’argomento e per un pubblico di giovanissimi sono state anche dedicate delle graphic novel, storie a fumetti che raccontano sia la storia vera che la versione romanzata spesso nata dagli input dei più piccini.

DOVE TROVARE LE STORIE SU POMPEI

Le librerie della cittadina offrono sempre una vasta scelta di libri e raccolte di racconti dedicati all’eruzione del Vesuvio e alla distruzione di Pompei. Ampio spazio, poi, è dato alla sezione dedicata ai più piccoli.

Anche online è possibile trovare molto materiale al riguardo, sia sui principali store generalisti che su quelli in qualche modo legati alla cittadina in provinia di Napoli.

Vale la pena anche soffermarsi nello shop degli scavi archeologici che hanno una sezione apposita dedicata ai bambini.

Non resta dunque che una visita in libreria a Pompei con i propri bambini per un tuffo nella storia con tanta allegria!