In cosa consiste la Gigantomastia | Infoworld

seno-rifattoLa Gigantomastia (o Macromastia) è una condizione di ipertrofia mammaria di dimensioni considerevoli. Si comincia a definire gigantomastia un ingrossamento mammario che supera i 4,5kg per mammella. In generale è associata ad alterazioni patologiche della ghiandola mammaria e dei tessuti di sostegno, ma le cause sono molteplici e dipendono dall’età, dalla costituzione, dallo stile di vita della paziente.

Nelle pazienti giovani è sempre presente una condizione di mastopatia fibrosa (detta “ipertrofia mammaria delle vergini”), mentre nelle donne adulte è più frequente la mastopatia fibroso-cistica. A volte si manifesta in maniera non simmetrica nei due lati. Nei casi di obesità invece, la gigantomastia è conseguente e correlata all’aumento del tessuto adiposo ed è solitamente proporzionale all’aumento delle dimensioni globali del paziente.

La gigantomastia naturalmente comporta disagi nella vita quotidiana e disturbi che sfociano in patologie conclamate. Le donne con questa condizione di mammella pesante, pendula, cadente e ingombrante, sono condizionate nelle attività di tutti i giorni, sono limitate nelle attività sportive, possono provare imbarazzo nei rapporti sociali e nel raffrontarsi con altre persone.

A livello patologico, spesso può svilupparsi una mastite cronica, ma soprattutto il peso eccessivo si ripercuote sulla colonna vertebrale, imponendo una postura non corretta (“incurvamento del tamburino”) e causando cifosi, artrosi della colonna cervicale, lombalgie, cefalee.

Da vari studi è emerso che nelle donne gigantomastiche c’è una percentuale più alta di tumore mammario. La correlazione non va tanto ricercata nella familiarità, quanto nell’impossibilità da parte di queste pazienti di effettuare una corretta autopalpazione e nelle maggiori difficoltà che si incontrano nell’indagine diagnostica per la valutazione di eventuali tumefazioni e masse solide della parte ghiandolare della mammella.

 

Leave a Reply