quo-vado

Zalone…Quo Vado?

Quo Vado…un film da 65 milioni di Euro

Incasso stellare per il nuovo film di Checco Zalone

Quo Vado è un film di Checco Zalone uscito nelle sale italiane il 1 Gennaio 2016.
Oltre il protagonista principale Luca Pasquale Medici in arte Checco Zalone in Quo Vado troviamo Eleonora Giovanardi, Sonia Bergamasco, Maurizio Micheli, Pasquale Zagaria e Ludovica Modugno.

Si tratta del quarto film di Checco Zalone dopo i famigerati Cado dalle Nubi, Che bella giornata e Sole a Catinelle.

Quo Vado ha incassato. durante il periodo di uscita al cinema, ben 65,3 milioni di Euro, un incasso sicuramente faraonico e molto vicino a quello di Avatar che all’epoca fu di 65,7 Milioni di Euro.

Quo vado, tante risate accompagnate da una grande trama

Una trama divertente dominata da tanto umorismo e satira

Checco è un ragazzo di 40 anni cresciuto sempre, fin da piccolo, con un unico pallino lavorativo avere il cosi’ detto posto fisso.

Cresciuto sempre in famiglia insieme ad una madre a cui Checco è molto legato, il protagonista del film Quo Vado, non ha nessun intenzione se pur fidanzato da parecchi anni di sposarsi, proprio per non lasciare il tetto familiare.quo-vado

Checco lavora presso l’ufficio provinciale in Puglia, posto ottenuto tramite raccomandazioni del senatore Binetti (Lino Banfi) e ha come compito principale quello di concedere autorizzazioni nell’ufficio di caccia e pesca tramite un semplice lavoro di scrivania.

La situazione cambia per il protagonista quando arrivano i primi tagli statali, che prevedono l’abolizione delle province.
Ora Checco essendo non sposato e non avendo privilegi vari, come presenze di handicap in famiglia o una certa anzianità di servizio, si ritrova ad essere tra i possibili dimissionari in cambio ovviamente di una certa liquidazione.

Convocato a Roma conosce la Dottoressa Sironi che ha appunto come compito principale quello di liquidare il piu’ velocemente possibile il maggior numero di lavoratori tramite delle certe somme destinate a queste categorie.

La signora Sironi lavora molto egregiamente, al punto che riesce a liquidare tutti i convocati tranne uno…Checco!
Comincia a questo punto il girovagare del protagonista nelle varie zone dell’Italia presso vari enti pubblici, questa cosa non destabilizza molto Checco anzi, lo rende sempre piu’ convinto nel non cedere alle varie offerte della Dottoressa.

Non riuscendo a raggiungere l’obiettivo la Dottoressa decide di spedire Checco in Norvegia, dove come è ben risaputo nel periodo invernale la neve domina ogni zona del paese.
Checco ha come compito principale quello di aiutare Valeria nella ricerca, grazie a quest’ultima si assiste ad un forte cambiamento del protagonista in una persona civile.
Checco si innamora di Valeria e decidono, con i figli di quest’ultima, di vivere insieme.

La Dottoressa Sironi è però in agguato, e decide di richiamare Checco in patria, una scelta dura questa del protagonista che rifiuta diverse migliaia di Euro pur di preservare la sua posizione di posto fisso.

La coppia comunque non si separa e in Italia vengono spediti, sotto invito della Dottoressa Sironi, in Calabria dove Checco ha il compito di sequestrare gli animali in possesso dei mafiosi della zona.

Qui Checco e Valeria decidono, in collaborazione con la parrocchia del posto, di creare un parco zoologico per studenti, ben presto però i fondi stentano ad arrivare e Valeria in preda alla rabbia mette il proprio fidanzato alle strette, per seguirla dovrà rinunciare al posto fisso e firmare le agognate dimissioni.

Valeria per un grande spirito di volontariato decide di andare ad aiutare le ricerche nei paesi africani, ed è proprio qui che partorisce il figlio avuto insieme a Checco.

Checco raggiunge immediatamente la fidanzata, e mosso a compassione decide finalmente di firmare le dimissioni e compie un atto davvero straordinario, cioè di donare i soldi della buona uscita all’acquisto di medicine per aiutare i meno fortunati.

Quo vado? Tante frecciate alle istituzioni

Tante frecciate alle istituzioni con la straordinaria comicità di Checco Zalone
Analizzando maggiormente il film di Checco Zalone possiamo assistere inizialmente a tante frecciate alla Tav, ai centri di accoglienza, ai “condannati alla partita Iva” successivamente il tema in Quo Vado? cambia, sfociando in un buonismo incongruente con ovviamente la comicità unica di Checco Zalone.

 

Leave a Reply